Home Carte di Credito

Carta di credito Revolving: Come funziona

Carta di credito Revolving: Come funziona


Le carte di credito sono uno strumento di pagamento elettronico che varia a seconda del credito disponibile e al meccanismo di ricomposizione dello stesso. Differenze che andremo a spiegare prima di addentrarci nel discorso riguardante le carte di credito Revolving, che sono associate al credito Revolving.

Il credito disponibile è la quantità di denaro di cui dispone il proprietario della carta di credito, che può usare di tale somma per pagare bonifici bancari o prelevare dai vari sportelli bancomat. Il meccanismo di ricomposizione è molto diverso dal primo; il proprietario della carta di credito spende ciò di cui ha bisogno, poi la Banca riforma il credito mese per mese prelevando direttamente dal conto corrente del cliente la somma spesa entro il 15 del mese più gli interessi maturati, quindi il tutto avviene in maniera automatica. Discorso ancora diverso per le carte di credito prepagate. Queste vengono ricaricate ogni qualvolta il proprietario effettua un versamento o riceve del denaro e non ci sono interessi da pagare alla Banca, ma al massimo il costo di commissione per le operazioni che si vanno ad effettuare. Adesso possiamo passare a spiegare le carte di credito Revolving.

 

CARTE DI CREDITO REVOLVING

La carte di credito Revolving sono una sorte di finanziamento e quindi come tale prima di essere rilasciate vengono fatte tutte le verifiche necessarie sulla situazione finanziaria del richiedente. Essendo una forma di finanziamento il metodo di ricostruzione del credito sulla carte è molto più complesso rispetto alle classiche carte di credito ed infatti per questo sono coinvolte anche le rateizzazioni con bollettini postali o con RID su conto corrente. Un’altra caratteristica di questo tipo di carte è che il denaro speso viene poi ripristinato per essere di nuovo messo a disposizione del titolare.



 

COME FUNZIONA IL CREDITO REVOLVING?

Una volta in cui la Banca ritiene il richiedente finanziariamente affidabile, concede la carta Revolving con una somma prestabilita, che il titolare potrà spendere nei limiti stabiliti. Logicamente ogni qualvolta la carta verrà usata il credito diminuirà facendo così partire la rateizzazione con tanto di spese ed interessi per riformare il credito iniziale per il mese successivo. La carta di credito Revolving è consigliabile a chi ha un reddito duraturo e costante, perchè con il meccanismo del credito Revolving ci saranno sempre spese da affrontare, infatti per chi non è in possesso di somme certe di reddito queste carte possono anche portare alla definitiva crisi finanziaria personale.

Ricapitolando il sistema di queste carte di credito Revolving è così sviluppato: quando la si usa il credito diminuisce ma viene ripristinato in modo automatico ogni volta che viene pagata la rata. La rata comprende due quote; una quota capitale che serve per ricostituire il credito iniziale, mentre la quota interessi è quella che va alla Banca per il pagamento degli interessi maturati. Proprio per questo la carta Revolving è un ottimo strumento finanziario per avere sempre a disposizione somme di denaro ma è altrettanto vero che i costi per mantenerla attiva sono molto alti, quindi va ponderata bene la scelta prima di richiederne una.