Home Mutui

Mutuo Fondiario e Ipotecario, cos’è e come funziona



L’istituto di credito fondiario è una banca indipendente che conta all’attivo quasi 120 anni di storia, specializzata nel settore dell’investimento, del portafoglio, della gestione, management e servicing di attività creditizie, controllato da Tages Holding, e facente parte del gruppo bancario Tages Group.

Quest’ultimo è una realtà internazionale operativa nell’asset management e nel banking. L’istituto di credito fondiario prevede un asset manager, con sede a Londra, specializzato in strategie e prodotti di investimento alternativi e un asset manager, con sede a Milano, specializzato direttamente nell’offerta di prodotti di investimento infrastrutturali per gli investitori italiani, comprendo anche i servizi standard per i privati.

Non è raro che il mutuo fondiario previsto dall’istituto di credito venga spesso, erroneamente, confuso con il prestito ipotecario.

L’istituto di credito, in modo scontato, eroga entrambe le versioni convinta dell’effettiva presa di coscienza delle differenze reciproche da parte dei clienti che intendono avanzare la sottoscrizione. Prima di richiedere una delle due tipologie di finanziamento sarà fondamentale apprendere le differenze, tenendo bene a mente che il mutuo fondiario è caratterizzato da una vastità di aspetti positivi migliori rispetto al mutuo ipotecario.

Attraverso questo articolo ci occuperemo dunque di stabilire e analizzare tutte le caratteristiche del mutuo fondiario.

 

MUTUO FONDIARIO: CARATTERISTICHE PRINCIPALI

E’ importante precisare che ogni mutuo fondiario concesso prevede la caratteristica di un’ipoteca sugli immobili, proprio come il mutuo ipotecario. In che cosa consiste dunque la differenza? I mutui ipotecari vengono rilasciati sulla base dell’ipoteca sull’immobile di proprietà o d’acquisto, a garanzia del prestito stesso.



I mutui fondiari invece agiscono con le medesime caratteristiche di ipoteca ma vengono riservati solamente agli acquisti per il primo immobile, ossia la prima casa. Questa tipologia di mutuo risulta quindi una sotto-categoria dei finanziamenti standard ipotecari. L’acquisto della prima casa prevede alcune agevolazioni con interessi nettamente inferiori rispetto ai mutui ipotecari, con a disposizione alcune opzioni come il Fondo per l’Acquisto della prima casa per un rapporto LTV al 100%, mentre le condizioni di prestito offrono generalmente un rapporto tra il valore dell’acquisto e il valore finanziario all’80%.

Il muto fondiario prevede quindi la possibilità di acquistare un immobile come prima casa senza anticipo sul valore complessivo del finanziamento.

 

MUTUO FONDIARIO: IPOTECA DI SECONDO GRADO

Con il termine “ipoteca di secondo grado” si intende i posizionamento di un’ipoteca su di un immobile che presenta già un’ipoteca. Sarà quindi possibile richiedere un finanziamento sull’immobile che presenta già un’ipoteca ma per scopi differenti. Il mutuo fondiario non offre di fatti questa possibilità.

Ciò significa che il valore di un’ipoteca di secondo grado non potrà in alcun caso contrastare il recupero del credito di un’ipoteca di primo grado e proprio in ragione di ciò non è possibile richiedere un’ipoteca di secondo grado sul valore di acquisto di un primo immobile. Il mutuo fondiario esclude a priori la possibilità di ipotecare una prima casa sulla quale grava già un’ipoteca precedente di maggiore rilievo.

La tipologia del mutuo fondiario è sottoscrivibile esclusivamente per l’acquisto dell’immobile con la possibilità di coprire il 100% della spesa totale senza anticipi di denaro.