Home Mutui

Mutuo Liquidità: ottenere un finanziamento usando la garanzia dell’immobile

Mutuo Liquidità: ottenere un finanziamento usando la garanzia dell'immobile


Il mutuo liquidità è un finanziamento dedicato a chi non ha un lavoro stabile, che ha urgente bisogno di liquidità ed è in possesso di un immobile, che diverrà la garanzia per l’istituto bancario che erogherà la somma richiesta con importo proporzionale alle reali condizioni di restituzione del denaro avuto.

Coloro che sono disoccupati e hanno il desiderio di aprire una propria attività e quindi bisogno anche di liquidità per farlo, questa tipologia di finanziamento è l’unica a cui possono far riferimento. Non avendo un lavoro infatti, non possono dare in garanzia un reddito dimostrabile e certo, quindi essendo proprietari di un immobile, grazie all’ipoteca sullo stesso si vedranno accreditati il finanziamento dalla banca, che in caso di mancato pagamento potrà rivalersi sull’immobile.

La banca erogherà una somma pari o inferiore al valore dell’immobile dato in garanzia e la restituzione del denaro avverrà mensilmente con rate stabilite al momento della sottoscrizione del contratto di finanziamento.

 

Il mutuo liquidità: requisiti

Il mutuo liquidità può essere richiesto da qualunque soggetto che ha bisogno di liquidità urgenti che possono servire per spese familiari, scolastiche, apertura di un’attività, spese improvvise o altro ancora, l’unico requisito per poterlo richiedere come detto è essere proprietari di un immobile su cui penderà un’ipoteca a favore della banca. Fatto questo passo basterà aprire un conto corrente verso la stessa banca che ha concesso le liquidità e la durata del mutuo può variare dai 2 anni ai 30 anni. Possono richiedere questa tipologia di mutuo: tutti i lavoratori; i disoccupati che hanno urgente bisogno di liquidità; i titolari di un immobile sul quale è possibile apporre un’ipoteca; titolari o nuovi clienti della banca che concede il mutuo liquidità aprendo un conto corrente; le persone che non hanno superato i 75 anni di età.



 

Il mutuo liquidità: le rate

Come detto le liquidità che verranno erogate dalla banca variano a seconda del valore dell’immobile dato in garanzia. Le rate del rimborso hanno una scadenza fissa e si può scegliere di pagarle mensilmente, trimestralmente o semestralmente; questa è una scelta che potrà prendere il beneficiario del prestito al momento della sottoscrizione del contratto di mutuo. Logicamente una rata mensile avrà un importo inferiore a quella che può essere una rata trimestrale o semestrale, quindi a seconda delle proprie capacità finanziarie ognuno può scegliere la soluzione migliore per le sue tasche.

 

Costi e spese 

Il mutuo liquidità come ogni altro mutuo prevede delle spese per l’apertura della pratica del mutuo che sono: l’atto notarile; le spese di istruttoria; i costi di perizia dell’immobile e il premio assicurazione.

Quindi prima di avanzare richiesta per il mutuo liquidità bisogna tener presente che oltre la somma da restituire, dovranno essere aggiunti gli interessi passivi stabiliti al momento della sottoscrizione del contratto ed in più sommare le spese sopracitate. Una volta avuto un quadro ben preciso del vero valore della somma da restituire si potrà decidere con estrema calma tenendo conto delle proprie capacità finanziarie, se è davvero il caso di richiedere un mutuo dove la garanzia è un bene immobile su cui penderà un’ipoteca, che in caso di insolvenza vedrà il creditore sottrarre lo stesso immobile al proprietario.